venerdì 10 dicembre 2010

"Garbatella combat zone"

Giulia Siena
ROMA - E' una città che brontola al suo interno, protettrice silente dei moti notturni dei suoi cittadini: Roma è diversa dalle foto turistiche che la ritraggono sempre in pose composte e piene di luce. In "Garbatella combat zone" Roma è lo scenario delle avventure di Valerio Natoli, personaggio protagonista della penna di Massimiliano Smeriglio. Pubblicato dalla Voland Edizioni, "Garbatella combat zone" è la storia di un trentenne che ha vissuto circa cinque anni nel Messico, tra volontariato e commercio di droga.
Ora, mentre suo nonno sta per morire, torna nella sua Garbatella e si nasconde sotto le vesti del precario per vivere di rapine preparate con accortezza e professionalità, comunque il suo sogno è quello di tornare in America. Ma qualcosa non va per il verso giusto: il carcere lo ferma, le forze dell'ordine vogliono incastrarlo e lui progetta di seppellire la sua identità. L'istinto di Valerio è sempre alla ricerca di sangue, di sfide, di combattimenti allo sfinimento e di fughe.
Massimiliano Smeriglio dimostra di conoscere il territorio nel quale ambienta il suo libro e da questo territorio, dai suoi legami, dalle sue insofferenze si lascia ispirare. Così porta il lettore in un romanzo d'azione fatto di violenza, solitudine e passioni.

Leggi l'intervista all'autore, Massimiliano Smeriglio

3 commenti:

  1. grazie per la segnalazione... sto infilato in un palazzo della Garbatella e credo che ne uscirò per passeggiare per le vie della Garbatella per andare in una libreria della Garbatella a cercare questo libro che parla di Garbatella... :-)

    RispondiElimina
  2. è sempre cosa buona e giusta uscire e andare in libreria

    RispondiElimina
  3. i maschi son pur sempre i maschi10 dicembre 2010 21:04

    me garba...tella!

    RispondiElimina